Sull’ipotesi del ristagno secolare *

Sottotitolo: 
Domenico Mario Nuti ci ha lasciato. Lungo molti anni della sua vita ci ha onorato della sua amicizia nel corso di molti anni. Insight ha pubblicato suoi saggi e articoli che testimoniavano la vastità delle sue conoscenze. Con il rigore della sua ricerca e delle sue riflessioni ha assolto a un compito magistrale. Questo è uno dei suoi ultimi saggi.  (A.L.)                                                                                                                                                                                          Domenico M. Nuti ha insegnato “Sistemi economici comparati  alla “Sapienza”. Aveva studiato a Varsavia con Oskar Lange e Michael Kalecki e conseguito il PhD in economia a Cambridge sotto la supervisione di Maurice Dobb e Nicholas Kaldor. Aveva insegnato in diverse università britanniche, tra le quali ll King’s College  e la London School of Econimics. E’stato Membro onorario del Centre for Russian and East-European Studies presso l’Università di Birmingham. 
Abstract: 

La discussione sul ristagno secolare si e’ trasformata in una discussione sulla natura generale del capitalismo, dal punto di vista dei massimi sistemi: si discute se il capitalismo per sua natura generi sviluppo economico soggetto a fluttuazioni intorno a un trend crescente, o se invece abbia una naturale tendenza al ristagno sia pure con episodi temporanei di sviluppo dovuto a eventi favorevoli non sistemici. Ma fra i motivi strutturali del ristagno va  annoverata l’abdicazione del ruolo dello stato non solo nella politica fiscale ma nell’intero armamentario di strumenti di politica pubblica.

 

 

PreviewAttachmentSize
sullipitesi_del_ristagno_secolare.pdf247.4 KB
Domenico M. Nuti
Insight - Free thinking for global social progress

Free thinking for global social progress